Come Usare il Tapis Roulant

Consigli per svolgere esercizi corretti sul tapis roulant

La postura va mantenuta sempre eretta: durante la camminata veloce, mantenere la testa alta, il collo senza inclinazioni, le spalle allineate ai fianchi, che a loro volta dovranno essere allineati alle caviglie; le braccia si muovono morbide e rilassate in alternanza alle gambe (questo solo nella camminata), mentre nella corsa devono essere tenute piegate proprio come quando si fa jogging.

Prendere confidenza piano piano con il tapis roulant prima di passare alla corsa, iniziando con la camminata fino al momento in cui ci si sente sicuri e disinvolti sia nella camminata che nella camminata veloce. Solo successivamente passare alla corsa, blanda inizialmente e alle massime velocità dopo qualche giorno di allenamento leggero.

Questo perché anche quando ci si sente "sicuri" nel correre, si rischia di mettere il piede sulle barre laterali di appoggio o di distrarsi guardando altrove.

Le prime volte che terminerete l'allenamento scendendo dal tapis roulant potreste avvertire deigiramenti di testa, propri del tapis roulant.

È piuttosto comune, sia l'effetto che la sua correzione, e potrete trovare maggiori informazioni a riguardo nell'articolo "giramento di testa correndo sul tapis roulant". In alcuni individui l'effetto può durare anche negli allenamenti successivi, mentre altri notano la scomparsa nel tempo di questo effetto.

Nessuna attività aerobica (come la corsa) deve iniziare nel massimo sforzo e coinvolgendo tutte le energie, poiché la grinta potrebbe giocare brutti scherzi.

E' sempre consigliato iniziare con 5 minuti di camminata a passo lento, per poi passare a 10 minuti di camminata a passo veloce o di corsa lenta (6 km/ora), e poi procedendo con la corsa vera e propria.

Anche se inizialmente non avvertite alcuna fatica, ricordate sempre che correre con la pendenza aumenta lo sforzo cardiaco, e che quindi la pendenza ha una migliore resa se viene applicata dopo 5 minuti dall'inizio della corsa, dando modo al cuore di adeguarsi progressivamente allo sforzo.

La pendenza massima durante la corsa non deve superare mai il 5%; oltrepassare il 5% può provocare danni alla schiena e alle caviglie.

Questa pendenza può ovviamente salire in caso di camminata a passo veloce (simulando la camminata in montagna o il trekking).

Alla fine di ogni allenamento, come in tutti gli altri sport, è bene eseguire 5 minuti di rilassamento muscolare, camminando lentamente e respirando profondamente. Al termine dell'allenamento, una volta spento il tapisroulant, è bene eseguire esercizi di stretchingclassici coinvolgendo tutti i muscoli del corpo, braccia, spalle, gambe e schiena. L'allenamento corretto, soprattutto se finalizzato a bruciare grassi, deve sempre passare per l'uso del cardiofrequenzimetro, capace di dirci se stiamo "sovra allenando" o "sottoallenando" il nostro corpo, in relazione ai nostri dati di età, peso e corporatura.

Non è consigliato allenarsi senza eseguire un monitoraggio della frequenza del battito cardiaco.

Dimagrire con il tapis roulant Dimagrire con il tapis roulant La corsa sul tapis roulant funziona per dimagrire? Ma soprattutto, è più facile che correre in strada e si fatica meno? Rispondiamo ad una domanda per volta. La corsa sul tapis roulant funziona, e funziona anche molto.

L'allenamento sul tappeto, non deve necessariamente essere svolto nella forma della corsa; è sufficiente una camminata ad una buona andatura e con una leggera pendenza per ottenere gli effetti benefici del movimento, con ripercussioni positive sulla circolazione e la riduzione di grassi. Il consumo di calorie può essere quindi praticato anche con una camminata con pendenza del 4-8% ad una velocità di 5.0 km/h. Mantenendo questo ritmo per 30 minuti si bruciano dalle 150 alle 250 calorie. E' ovvio che la corsa ad andatura sostenuta rappresenta la soluzione migliore per bruciare grassi, anche se a differenza della camminata, sarà ovviamente possibile tenerla per una durata temporale minore. Sulla questione se sia più facile che correre in strada, la risposta è "ovviamente si", poiché l'andatura è costante e una volta trovata la velocità giusta (all'inizio senza strafare), si può andare avanti anche per un'ora senza soffrire particolarmente. In strada invece, chi comanda è il manto stradale con le sue caratteristiche, pendenze, curve e asperità, che rendono molto più difficile il mantenimento di un'andatura costante che invece si ha quando si "prende il via" sul tappeto. Parliamo ovviamente delle persone alle prime esperienze con il tappeto.

Chi ama la corsa, vuole il salto di pendenza e quando utilizza il tapis roulant, usa spesso programmi di allenamento preimpostati che prevedono salti di velocità e pendenza. Nel mondo del fitness negli ultimi anni sono nati diversi prodotti che "promettevano" un'ottima linea con pochi sforzi.

Prima la ginnastica passiva e successivamente le pedane vibranti. Il tapis roulant esisteva prima di questi due prodotti ed è l'unico che è sopravvissuto nelle palestre di tutto il mondo, e il motivo è semplice...

IL TAPIS ROULANT, FUNZIONA